Crea sito

BERNACCA/BARONI: IL MITO DELLE PREVISIONI

Chi non ricorda la sigla del meteo?

E la bacchetta con la quale indicava le zone colpite? Tutti abbiamo imparato a riconoscere le Azzorre da lui.

Edmondo Bernacca l’uomo meteo per antonomasia.

E Andrea Baroni come lui.

Un Italia intera che aspettava le previsioni come la domenica sportiva. Professionali e semplici, allo stesso tempo anche semplici nello spiegare la direzione dei venti.

Che Tempo che fa? la sua rubrica  del meteo  ne sgui un libro ” Che tempo che fara’” ancora oggi considerato un manuale doc per chi vuole comprendere questa scienza.

A lui è stata dedicata una stazione meteorologica voluta dalla fondazione  nata a suo nome

A Edmondo Bernacca, padre della divulgazione della meteorologia in Italia, è stata dedicata una stazione meteorologica automatica installata presso l’osservatorio astronomico Franco Fuligni (579 m slm) in località

Vivaro (Rocca di Papa, Roma). Installata per iniziativa di un gruppo di appassionati meteo del Lazio il 23 dicembre 2005, la stazione (una Davis Vantage Pro2 Wireless) è connessa alla rete internet e fornisce dati liberamente disponibili.

La stazione è stata ufficialmente inaugurata l’11 febbraio 2006. Presenti,

oltre ai sottoscrittori volontari, la moglie Bepi Bernabò accompagnata dai figli Paolo e Federica, i militari Andrea Baroni (che lo affiancò in RAI, nella trasmissione “Che tempo Fa”), Massimo Morico, Guido Guidi, Francesco Laurenzi,

i meteorologi Roberto Madrigali e Paolo Bonelli del CASI Meteo di Milano.

Lo stesso gruppo di appassionati meteo ha dato vita il 29 maggio 2006 all’Associazione Edmondo Bernacca Onlus.

cit. Wikipedia

BARONI PREVEDE IL GRANDE FREDDO DEL 1985

Non so quanti di voi li ricordano, ero piccola ma la sigla di apertura la sento ancora nei miei ricordi, la meteo ho iniziato ad amarla con loro e la previsione del 1985 è e sarà per sempre la più bella a cui ho mai partecipato.