Crea sito

DPCM IL DECRETO DELL’INVERNO

In questo momento, anzi anno di difficile situazione mondiale, dove ogni giorno c’è una certezza cioè ” che del domani non vi è certezza”.

Dove ogni cambio armadio ci danno nuove normative di possibile soppravvivenza  e allo stesso tempo ci limitano la vita, per salvarcelaq si ma forse anche per comandarla, vedremo.

Be’ ho pensato che anche noi potevamo stilare un DPCM  personalizzato mirato a preservare il freddofilo DOF

diritti

Saranno concesse uscite nelle notti di Burian, quando il vento scavalcherà

le ALPI PORTANDO NEVE SU TUTTA iTALIA ISOLE COMPRESE.

dalle 6 della mattina alle 18 della sera consentiremo ciaspolate, ed escursioni in montagna

sia che ci sia la neve oppure solo per passeggiare nei boschi.

nelle escursioni di gruppo dove ignuno potrà portare chi vuole, mariti,

mogli congiunti e congiuntivi, amanti e amici si dovrà consumare obbligatoriamente sul posto ,

seduti al tavolo accanto ad un camino, ogni tipo di prelibatezza del rifugio che è stato scelto.

Saranno concessi assembramenti sulle piste da sci, permessi i fuori pista, le cioccolate con panna e fiaccolate notturne.

permetteremo supportati da termos di vin brulè , gli assembramenti sotto i lampioni in attesa delle nevicate

consentiremo ad adulti e bambini, con priorità ai freddofili accertati tramite misurazione della temperatura

che dovrà essere dichiarata sempre e solo con il simbolo meno, di fare pupazzi di neve nelle piazze, nei comuni, nelle città

sui balconi saranno concesse sdraio9 per pprendere il chiaro di luna, la musica a tutto volume a seconda dell’età e del piacere personale

verranno incrementati i corsi di sci, di snowboard, seggiovie e skypass saranno gratuiti e negli alberghi o chalet abolita la tassa di soggiorno,

gratuita la prima colazione, e dalle 18 feste sotto una copiosa nevicata a costo di sparare i cannoni.

si potranno bere shottini di vodka e limoncello e si ballera sotto la neve fino all’alba

ma giustamente come ogni decreto  ha anche i divieti

 

tassativamente proibito ad ogni casldofilo di accedere alle piste da sci

a loro verrà proibito di riscldarsi e di bere alcolici che possano aumentare la temperatura già dalle prime ore del mattino

saranno obbligati invece a restare sui balconi duranti le notti di zero termico,

dove la temperatura scenderà bruscsmente sotto le zero per impedire loro il diffondersi del virus dei caldofili

non potranno fare palle di neve, ne guardare un lampione, non sarà consentito loro di rientrare nelle case durante forti e copiose nevicate

ogni caldofilo sarà sottoposto a tampone se risulterà con una temperatura superiore ai 35 gradi

dovrà correre nudo in mezzo alla neve, tuffarsi di testa dove saraì caduto almeno una metrata e gridare”odio l’estate”

restando 40 giorni in isolamento in una località fredda, tipo il Circolo Polare Artico

Cerchiamo di essere leggeri in un momento dove davvero non abbiamo certezze

Anche se lo so che la neve porterà di nuovo gioia per tutti